Home
L'Idea
Lo Spettacolo
Alberto Luca Recchi
Il Team
Il Cast
Lo Staff
Il Tour
I Biglietti
Gallery
Brochure
Credits
Press
Visitatori: 546673
squalo
     

Beatrice Luzzi - "La Moglie"

Di origini toscane e triestine, nasce e cresce tra Roma e una casa in Sardegna che la nutre di scogli e mare.
‘Particolarmente ilare’ scrive la maestra nella pagella delle elementari. Nuoto, danza, atletica, scii, canto, pianoforte sono alcune delle mille attività di cui approfitta per conoscere e conoscersi.

L’adolescenza, tale per antonomasia, al Liceo Classico Mamiani, viene spesa in quesiti esistenziali e la ricerca di un’identità: vita di gruppo, fughe, feste… e cinque anni di un Laboratorio Teatrale magistralmente diretto dall’inglese Sean Patrick Lovett da cui usciranno molti talenti.

Comincia a vent’anni a lavorare in RadioRai, per il jazz, ‘RadioUnoJazz’91’, per il varietà ‘Viva la Radio’, poi per l’intrattenimento ‘Via Asiago 10’. Nel frattempo due anni di ritiro in Sardegna, lei, i gabbiani e una meticcia sarda: studia. Si laurea a Roma in Scienze Politiche. Riparte alla volta di Bruxelles: un anno all’Universitè Libre e uno agli Aiuti Umanitari della Commissione Europea le bastano per capire che se tutto è un bluff allora è piu’ coerente bluffare per ‘lavoro’. La breve esperienza giornalistica al Tg1, col ‘TgRagazzi’, nonostante un Telegatto, la convince definitivamente che l’unico percorso  a lei congeniale è quello artistico.
Comincia così l’avventura attoriale che la porterà in pochi mesi, grazie al bellissimo ruolo di ‘Eva’ in Vivere, Canale5, ad ottenere, oltre ad altri due Telegatti, una vasta popolarità… e a subire gli inevitabili cambiamenti che questa porta e comporta nella vita privata.
Lascia il personaggio. Idea e realizza vari recitals di poesie, piu’ emozionanti di tutti quelli recitati nelle Albe di Segesta. Poi Premi Letterari. Recita in diversi spettacoli teatrali (tra gli ultimi ‘La Bisbetica Domata’  e ‘Sex in the City’) e, una volta per sempre, con lo spettacolo  ‘Lettere di Miguel’, su un desaparesido argentino, realizza che commozione ed impegno appartengono al teatro civile. La vita ha tante facce, ma una mamma sola, e così, come una madre matrigna, la televisione la richiama, su RaiUno, come inviata all’estero di ‘Linea Verde e per varie fiction (‘Maresciallo Rocca’,‘Don Matteo’,‘Sospetti’, ‘Giorni da Leone’ ). E papà-cinema? Assente coi figlioli televisivi, la coinvolge in un film inglese, per la regia di G.Ritchie, accanto a Madonna, in Swept Away.
Crescendo, si sa, si diventa indipendenti e si ‘ringiovanisce’ e così la vena comica e brillante trova finalmente spazio e libertà nel ruolo protagonista di 25 puntate della sitcom ‘Call Center’, su Happy Channel.
Metodi Stanislavskij, Actor’s Studio e olistici con maestri quali Greta Seacat, Bernard Hiller, Allan Miller e Nitamo Montecucco, la aiutano a ricordare che, trasversale a tutto, è la continua e incessante ricerca interiore di leggerezza ed equilibrio, ricerca che la assorbe piu’ di ogni altra e la illude di diventare, crescendo, una persona migliore.

Il futuro? … è un’ipotesi… tra diluvi, carestie e splendide giornate di sole…

 
 
EGL Italia EGL Italia Banca di Roma SDA poste italiane